Luca Farina

Biografia

Nato e cresciuto a Campli (TE), vive a L’Aquila dove si è diplomato presso l’Accademia di Belle Arti.
Esordisce come artista nel 2005 con una personale presso il Museo Archeologico di Campli, dopo varie collettive dal 2008 al 2011, nel 2014 è protagonista di tre personali nelle Marche. Nel 2016 partecipa al Premio Vasto Archeologie a venire. Nell’estate 2018, ha esposto presso il Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova per la sua personale.

Opere

Si può notare come la “sacralità” sia il tema fondamentale che riveste tutte le opere di Farina. Il “sacro” è parte della ricerca dell’artista che è influenzato fortemente dai temi del cristianesimo, sui quali la nostra cultura visiva si è costruita nel corso del tempo. Egli si professa non credente, ma la sua arte sacra rappresenta una continua ricerca di qualcosa in cui credere.
L’artista usa come filo conduttore la fotografia, che poi rielabora grazie all’uso di altri materiali, come la foglia d’oro, il plexiglass rendendo l’opera un ibrido e trasformando le foto in qualcos’altro, potenti veicoli comunicativi.
Opere come i “Reliquiari” rappresentano una volontà ben precisa: proteggere qualcosa, come ad esempio un ricordo, che irrimediabilmente andrà perso, ma che si potrà credere di aver fermato aprendo il legno per rivederlo.

Galleria